La revisione auto ogni quanto va fatta?

Viaggiare su strada presuppone il rispetto di tutte le norme imposte per una circolazione sicura e in conformità con le regole. La revisione auto è il modo per controllare l’autovettura e la sua efficienza ed è obbligatoria rispettando le scadenze stabilite.

E’ dunque fondamentale essere a conoscenza di quando è necessario sottoporre il veicolo alla revisione, ma molto spesso si ignorano le tempistiche da rispettare.
Diventa quindi indispensabile riuscire a rispondere al classico revisione auto ogni quantointerrogativo: ogni quanto si deve fare la revisione auto?
In realtà l’arco temporale da rispettare è variabile, non è una scadenza fissa poiché dipende dal veicolo.
Se si tratta della prima revisione dopo l’immatricolazione oppure delle successive in base alla tipologia di veicolo di cui si è in possesso. In linea di massima la scadenza da rispettare varia da due a quattro anni, ma sono differenti le variabili e le considerazioni che è opportuno fare.

Ogni quanto va fatta la revisione auto?

Secondo il Codice della Strada è previsto che i veicoli circolanti su strada, compresi i rimorchi, siano in condizioni efficienti e in linea con le norme riguardanti l’inquinamento ambientale ed acustico. Proprio per questo è obbligatoria la revisione periodica degli revisione auto ogni quantoautoveicoli, necessaria soprattutto per il controllo degli pneumatici, dei sistemi equivalenti, dell’impianto frenante, dei dispositivi di segnalazione visiva e delle luci.
Inoltre è posta particolare attenzione per la limitazione delle emissioni inquinanti e della rumorosità del mezzo di trasporto.
Per effettuare la revisione è possibile recarsi presso gli uffici della motorizzazione civile oppure presso i centri revisione autorizzati dal Ministero dei Trasporti.
Grazie ad appositi siti online è possibile confrontare i diversi centri di revisione e selezionare quello più vicino e conveniente a cui rivolgersi.

Ogni quanto dobbiamo fare la revisione auto per poter circolare su strada nel rispetto delle norme?
Se lo chiedono molti automobilisti. Cerchiamo di dare una risposta per non rischiare di incorrere in sanzioni o circolare con un veicolo poco efficiente.
La scadenza entro cui sottoporre in veicolo alla revisione può variare da due a quattro anni.
Se il veicolo è stato appena immatricolato, il primo controllo sarà obbligatorio dopo quattro anni entro la fine del mese in cui è stata effettuata l'immatricolazione. I controlli successivi, invece, sono biennali rispettando la data dell’ultima revisione effettuata, sempre entro la relativa fine del mese.
La revisione è obbligatoria per autovetture, autoveicoli, autocaravan o autoveicoli per il trasporto di massa complessiva non superiore a 3.500 kg.

Il controllo è invece obbligatorio con scadenza annuale per le autovetture adibite a taxi, per i servizi di noleggio con conducente, revisione auto ogni quantoper autoveicoli adibiti al trasporto di cose e i rimorchi il cui peso supera 3.500 kg, per gli autobus e per le autoambulanze.
Infine ci sono casi in cui gli uffici della motorizzazione possono richiedere una revisione straordinaria, in caso di un incidente che potrebbe aver compromesso la sicurezza del veicolo.
Da non confondere con la revisione obbligatoria è il tagliando auto, che riguarda invece la manutenzione periodica.

Nessun commento ancora

Lascia un commento