Mercato auto a febbraio 2018: segno meno ma cresce il noleggio

Il mercato auto italiano nel secondo mese dell'anno ha visto una contrazione delle vendite e un aumento delle auto-immatricolazioni. In controtendenza il comparto noleggio auto, sia a lungo che a breve termine.

Dopo un gennaio in leggera crescita, quasi una coda del 2017, il mercato auto a febbraio 2018 ha segnato una battuta d'arresto. Il dato complessivo -1,30% è riferito alla media di tutti i canali di vendita, ma se andiamo ad analizzarlo nello specifico quello che salta subito è l'ennesimo tonfo del canale Privati.

Anche il canale Aziende - che raggruppa gli acquisti della partite IVA e i leasing degli stessi - cala, anche se in maniera meno repentina. Tengono botta i canali Noleggio - sia a breve che a lungo termine - segno che l'alternativa alla propietà è apprezzata non solo dai professioniti, ma anche dai privati.

Ennesimo boom delle autoimmatricolazioni, che andranno a ingrossare le fila degli stock di km zero, già arrivati ormai a livelli d’allarme.

mercato auto a febbraio 2018

Fonte: Dataforce Italia

Giù i privati, su le auto-immatricolazioni

Come già visto nel corso del 2017, il canale di vendita Privati (utenti che acquistano l'auto non per scopi lavorativi) ha subito l'ennesima contrazione a febbraio 2018. Il dato è -12,91% (-13.665 targhe) rispetto a febbraio 2017, mentre il cumulato da gennaio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è -9,50% (-20.381 targhe). Complice anche il fatto che molti automobilisti privati si stanno orientando su formule di noleggio.

Di contro, continuano a crescere a livelli vertiginosi le auto-immatricolazioni. In particolare quelle dei concessionari, che sono state ben 21.555 (3.584 in più rispetto a febbraio 2017, il 19,9%) nel mese e 43.037 in più da gennaio, cioè il 24,01% in più rispetto al 2017.

E' vero che molti automobilisti comprano ormai un'auto a Km0 come alternativa al nuovo, ma i livelli di auto targate in giacenza sta raggiungendo livelli allarmanti.

Aziende: bene il noleggio, male acquisto e leasing

Come si sono mosse le aziende e partite iva nel mercato auto a febbraio 2018? Più o meno allo stesso modo dello scorso anno: si è preferita la formula del noleggio ai più tradizionali acquisto e leasing. E infatti, il comparto del Noleggio a Lungo Termine è cresciuto del 22% - il 15,35 se consideriamo tutto il 2018 - raggiungenod il 14,44% di quota di mercato.

Il rovescio della medaglia, è un calo sia degli acquisti sia dei leasing di flotte auto: -3,87% a febbraio. E anche se il saldo da inizio anno rimane positivo (+6,78%), la relativa quota di mercato è ormai il 4,56%.

Classifica costruttori: poche sorprese

Per quanto riguarda la classifica del mercato auto a febraio 2018, sul gradino più alto del podio c'è sempre Fiat, che perde però il 16,66% rispetto a febbraio 2017. Al secondo posto Volkswagen che cresce del 20% e al terzo posto Ford, sostanzialmente stabile.

Mercato auto a febbraio 2018

Fonte: Dataforce Italia

Da segnalare l'ottima performance di Citroën (+23,70%), Jeep (+80,35%, ma con molte Km0), Dacia (+48,51), Alfa Romeo (+17,62%, anche qui con molte Km0) e Seat (+33,33%). Molto male Lancia (-41,83%)

Fonte dati: DATAFORCE ITALIA

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Leggi articolo precedente:
Truffa dei chilometri scalati, in arrivo la soluzione per stanare i furbetti?

La cosiddetta "truffa dei chilometri scalati" è vecchia di decenni, eppure continua ad essere una piaga per il mercato dell'auto....

Chiudi