Acquisto di auto usate Premium d’importazione? Più opportunità grazie ai broker online

Comprare auto usate è una pratica sempre più diffusa, in Italia come nel resto dell’Unione Europea. Se parliamo di volumi, secondo i dati di UNRAE il mercato dell’usato in Italia continua a registrare numeri superiori a quelli del nuovo: nel 2018, infatti, per ogni auto nuova immatricolata ci sono stati 1,5 passaggi di proprietà di auto usate, al netto di quelli avvenuti tra rivenditori.

Un mercato in salute, dunque, che non riguarda più – come accadeva in passato – utilitarie o auto ormai vecchiotte. Anzi, sono sempre di più gli automobilisti alla ricerca di una vettura di segmento superiore (o Premium) che orientano la propria scelta sul mercato dell’usato, puntando ad auto d’occasione piuttosto recenti, ben equipaggiate e sicure.

Auto usate seminuove: in Italia Premium con il contagocce

Molto spesso però, il problema è rappresentato dalla limitata disponibilità di automobili con le caratteristiche desiderate dal cliente. In Italia infatti, l’indice di rotazione del parco vetture è relativamente basso; in altre parole, un veicolo acquistato nuovo rimane a lungo nelle mani dello stesso proprietario. La stessa situazione vale anche per le aziende.

L’unico modo per avere delle auto usate recenti è ricorrere alle flotte di noleggio o di leasing. Ma anche qui riscontiamo una certa arretratezza. Se nella maggior parte dei paesi europei l’auto aziendale - anche quella in noleggio - gode di un trattamento fiscale che consente di portarla interamente in deduzione e in detrazione d’imposta, in Italia invece la tassazione resta sfavorevole. Ecco perché in paesi come la Germania, e non solo, si trova un’ampia disponibilità di usato seminuovo. Anche Premium.

Da qui la nascita e crescita del canale d’importazione di auto usate, che punta a soddisfare la richiesta di veicoli recenti, soprattutto di segmento Premium e Luxury attingendo all’ampia disponibilità proveniente dai mercati esteri. Un’attività, quella dell’importatore, che necessita di una forte specializzazione, conoscenza approfondita del mercato estero di riferimento, solidi rapporti commerciali con i fornitori e – soprattutto – di un approccio attento, ligio alle regole e trasparente verso il cliente finale.

In questo contesto, sono nate di recente diverse realtà, grandi e piccole, on e off-line, che offrono auto usate Premium d’importazione. Tra queste c’è chi ha scelto di connotarsi per un approccio estremamente flessibile e fortemente orientato al cliente, offrendo servizi di intermediazione per l’acquisto di auto usate Premium di provenienza tedesca. Una modalità d’acquisto che permette al cliente di valutare una moltitudine di offerte, senza dover essere necessariamente costretto a scegliere tra quelle in pronta consegna.

Auto usate Premium: l’esperienza di Brokar Milano

Un esempio di azienda online che offre un servizio di consulenza e intermediazione di usato Premium è www.Brokar-Milano.com, realtà nata nel capoluogo lombardo nel 2015 con l’idea iniziale di favorire le compravendite tra privati, un concetto molto simile a quello dell’agenzia immobiliare. Ma dal momento che l’evoluzione è la chiave del successo – come sa bene Riccardo Gioè, fondatore di Brokar Milano – presto il core-business aziendale è diventato quello del brokeraggio di auto usate Premium provenienti, per l’appunto, dalla Germania.

Una scelta ben precisa riguardo al prodotto da offrire: vetture seminuove con massimo 18 mesi di vita e solo di marchi Premium come Audi, BMW, Mercedes e Porsche. Grazie a una serie di accordi privilegiati con i principali operatori in Germania, un’azienda come Brokar Milano è in grado di gestire uno stock virtuale di circa 300 veicoli, aggiornati quotidianamente e pubblicati su portali come Autoscout24, la principale vetrina europea online dedicata all’Automotive.

Operativamente Brokar agisce come un consulente che supporta il cliente nella scelta della vettura e lo “guida” attraverso tutte le fasi dall’acquisto alla consegna. Soprattutto, garantisce l’utente in due fasi estremamente delicate: il pagamento (a partire dal versamento dell’acconto) e la gestione delle pratiche burocratico-amministrative necessarie per nazionalizzare e immatricolare l’auto in Italia.

Si tratta, quindi, di una modalità innovativa di intendere e vivere l’esperienza di acquisto, che seppur online resta straordinariamente gratificante. Sì, perché Brokar si concentra principalmente sulle richieste del cliente, orientando la ricerca dell’auto dei desideri proprio sulle sue esigenze specifiche.

La ricerca della vettura è personalizzata, dove la professionalità del team di Brokar assiste l’utente in ogni fase del processo, garantendo sicurezza e tranquillità, dal contatto iniziale fino alla conclusione della transazione. Infine, trattando vetture con massimo un anno e mezzo di vita, il cliente che si affida a Brokar Milano può beneficiare della garanzia residua del costruttore rivolgendosi presso le officine autorizzate del marchio, presenti sul territorio italiano.

Contenuto realizzato in collaborazione con Brokar Milano.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Leggi articolo precedente:
Suzuki Jimny
Test drive Suzuki Jimny 1.5 VVT 4WD ALLGRIP: il mito continua

Essere un'icona comporta grandi responsabilità. In Suzuki lo sanno bene, perché il Jimny è quasi un segmento a se, un...

Chiudi